Imprese in Alto Mare. Le 10 Cause di Crisi Più Frequenti. Riconoscere e Anticipare Per Cambiare Direzione Prima del Naufragio.

Imprese in Alto Mare. Le 10 Cause di Crisi Più Frequenti. Riconoscere e Anticipare Per Cambiare Direzione Prima del Naufragio.

Cambiamento dei consumi?

Nuovi competitors?

Crediti deteriorati?

Perdita delle quote di mercato?

Conflitti tra il management e gli organi di controllo?

In un mondo in continua evoluzione, in tempi dove le informazione è a portata di mano, ci siamo chiesti

dove gli imprenditori ed i manager devono rivolgere l’attenzione?

Dove devono riporre il proprio focus?

Se sei un ‘imprenditore o un manager devi leggere questo articolo per diversi benefici come:

  1. potrai capire quali sono le maggiori e più frequenti cause di una crisi di impresa,
  2. potrai imparare a riconoscerle,
  3. potrai capire come anticiparle, 
  4. potrai capire come definire un piano d’azione per non farti cogliere impreparato.

Lo scopo di questo articolo è riconoscere i segnali per intervenire prima che sia troppo tardi. Prima che la tua impresa attraveri mari burrascosi.

boat

Quali Sono Le 10 Cause?

Secondo l’articolo Corporate Crisis And Crisis Strategy Implementation – Mia Glamuzina and Marina Lovrincevicsono 10 le cause che possono portare un’azienda in una situazione di crisi e poi di fallimento.

Gli autori distinguono le casuse in base all’origine della fonte.

Sono cause esterne se riconducibili ai seguenti aspetti:

  • Cambio nell’industria/ Struttura del mercato
  • Perdita delle Quote di Mercato/Dei Maggiori Clienti
  • Perdita dei Maggiori Fornitori.
  • Perdita dei Maggiori Creditori e Recupero della Liquidità
  • Cambio della Legislazione

Mentre sono cause interne quelle riconducibili a:

  • Gestione degli Errori
  • Bassa Reattività Al Cambiamento nell’Ambiente del Settore/Perdita di Opportunità
  • Conflitti tra il Management e gli Organi di Controllo
  • Cattive Decisioni di Finanziamento
  • Sistemi di Controllo Inadeguati

La brutta notizia è che sono 10, la buona notizia è che metà di queste dipendono dall’impresa – l’imprenditore e manager.

fontia

Qual è l’aspetto utile? Quali sono le cause più importanti?

Secondo lo studio riportato e secondo i  loro risultati, alcune cause contribuiscono singolaremente di più al manifestarsi della crisi.

Lo studio ha dimostrato che volendo mettere in ordine per impatto le singole cause si avrebbe la seguente classificazione:

  1. Cambio nell’industria/ Struttura del mercato
  2. Bassa Reattività Al Cambiamento nell’Ambiente del Settore/Perdita di Opportunità
  3. Perdita delle Quote di Mercato/Dei Maggiori Clienti
  4. Perdita dei Maggiori Creditori e Recupero della Liquidità
  5. Sistemi di Controllo Inadeguati
  6. Cattive Decisioni di Finanziamento
  7. Gestione degli Errori
  8. Cambio della Legislazione
  9. Perdita dei Maggiori Fornitori
  10. Conflitti tra il Management e gli Organi di Controllo

is

Scoperto la causa più severa, ora tu imprenditore o tu manager, sai dove devi intervenire.

Come Intervenire? Come Utilizzare Questa Classifica A Proprio Vantaggio?

Fai un check-up.

Io sono un runner e sono anche un dontatore di sangue. Uno degli aspetti più positivi del donare il sangue e che ogni volta che lo fai ricevi un dettaglio puntuale di tutti i valori legati al tuo sangue.

Una sorta di check up sui valori più importanti.

Be la stessa cosa dovresti fare tu.

Fai un check up della tua impresa per tutti i segmenti visti.

Prendi punto per punto e chiediti:

Cambio nell’industria/ Struttura del mercato

  • Quale cambiamento è avvenuto nel nostro settore negli ultimi 3 anni?
  • Che cambiamento stiamo sottovalutando?

Bassa Reattività Al Cambiamento nell’Ambiente del Settore/Perdita di Opportunità

  • Che decisione stiamo procrastinando?
  • Che decisione crea più conflitto nei piani esecutivi quotidiani?

Perdita delle Quote di Mercato/Dei Maggiori Clienti

  • Se perdessimo i nostri top 20 clienti come potremmo rimpiazzarli?
  • Che politica di acquisizione clienti potremmo adottare per ridurre il rischio?

Perdita dei Maggiori Creditori e Recupero della Liquidità

  • Se i nostri maggiori creditori dovessero fallire come potremmo recuperare liquidità aggiuntiva?
  • Qual è il rapporto disponibilità liquide su totale attivo patrimonaile?

Sistemi di Controllo Inadeguati

  • Quali ulteriori controlli o allert potremmo attivare per seganalare l’insorgere di una crisi prima che diventi insormontabile?
  • Che tipologia di controlli o presidi potremmo adottare per montiorare le aree più sensibli della nostra azienda?

Cattive Decisioni di Finanziamento

  • In che modo ci finanziamo? E quanto ci costa?
  • Come potremmo irrobustire la nostra struttura patrimoniale / finanziaria?

Gestione degli Errori

  • In che modo teniamo traccia degli errori operativi e ci attiviamo per adotare rituali e procedure per ridurre la probabilità di ripeterli?
  • In che modo incentiviamo lo sviluppo di nuove abilità e nuvoi skills?

Cambio della Legislazione

  • In che modo il nostro sistema di controllo ha previsto di ridurre il rischio derivante dai cambiamenti di legislazione che potrebbero indurci a perdere clienti o perdere quote di mercato o ricevere sanzioni inaspettate?
  • In che modo diffondiamo la conoscenza della normativa di riferimento all’interno dell’azienda per ridurre il rischio di risultare inadempienti?

Perdita dei Maggiori Fornitori

  • Qualore uno dei fornitori strategici dovesse interrompere la partnership con la nostra azienda in che modo potremmo rimpiazzarlo?
  • Come potremmo migliorare il nostro portafogio fornitori?

Conflitti tra il Management e gli Organi di Controllo

  • In che modo è possibile creare una sinergia strategica tra il management e gli organi di controllo?
  • In che modo è possibile creare dei processi virtuosi di collaborazione tra il managemen e gli orogani di controllo?

Le hai solo lette? O  hai risposto velocemente solo nella tua mente.

Fermati. Fermati ora e sforzati di trovare almeno un paio di nuove idee per rispondere a queste domande.

Se ha difficoltà a rispondere allora “OTTIMO” abbiamo trovato già un punto di miglioramento.

Come abbiamo detto all’inizio, l’obiettivo di questo articolo non è quello di essere esaustivo, ma di accenderti uno o due luci nelle zone d’ombra della tua mente per darti una prospettiva nuova da cui poter valutare diversamente quello che sta succedendo.

Chiaramente ti raccomandiamo di fare questa attività di check-up con i tuoi consulenti di fiducia e di mettere la testa dentro il motore della tua impresa per vedere se è tutto apposto.

Risultati Take Away

Come ricorda Sun Tzu “sconfiggere il nemico senza combattere è la massima ailità“, pertanto in questo articolo abbiamo dato spazio ad individuare e anticipare i segnali di crisi di un impresa individuando le cause interne ed esterne.

Indipendentemente dallo stato della tua azienda prenditi del tempo per controllare i seguenti fattori e per capire come gli stessi potrebbero mettere a rischio la stabilità della tua impresa.

Ricorda ciò che rende un castello inesupgnabile non è che è formato solo da solidi mura, ma da una valida presenza di un fossato.

Eliminare le cause dei problemi evita l’onore di dover rimediare a curare gli effetti.

Prenditi del tempo con il tuo team ed elabora una strategia di mitigazione per ogniuno di questi casi:

  1. Cambio nell’industria/ Struttura del mercato
  2. Bassa Reattività Al Cambiamento nell’Ambiente del Settore/Perdita di Opportunità
  3. Perdita delle Quote di Mercato/Dei Maggiori Clienti
  4. Perdita dei Maggiori Creditori e Recupero della Liquidità
  5. Sistemi di Controllo Inadeguati
  6. Cattive Decisioni di Finanziamento
  7. Gestione degli Errori
  8. Cambio della Legislazione
  9. Perdita dei Maggiori Fornitori
  10. Conflitti tra il Management e gli Organi di Controllo

 

Bene 😉 Complimenti per aver letto fino qui.

Grazie per aver letto e continua a prepararti, perchè essere preparti batte l’essere presi di sorpresa.

“Sconfiggere il nemico senza combattere è la massima abilità”

Sun Tzu 

 

Letture consigliate / Fonti:

  • Corporate Crisis And Crisis Strategy Implementation – Mia Glamuzina, Marina Lovrincevic.
  • Changes in Marketing Strategies during Recession – Ourania Notta a and Aspasia Vlachveib
  • Beyond the Downturn: Recession Strategies To Take The Lead – Tom Holland and Jeff Katzin
  • The U.S. Growth Strategy From Recession and Implications For China – Ziyng Cao and Marguerite Barta
  • A New Strategic Tool For Managing The Economic Recession: Creating Shareholder Value With Lateral Marketing – Sabiha Kilic, Emre Caglar, Rene Gungor, Irfan Caglar.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...