3 Domande Per Testare Se Il Tuo Obiettivo Aziendale è Strategico o No

Sei sicuro che i tuoi obiettivi sono strategici?

Stai pianificando la crescita?

Oppure ti stai orientando verso il mare in burrasca?

Pianificare gli obiettivi è un grande segno di disciplina per la mente e per la gestione delle risorse. Se lo fai nella quotidianità hai tutta la mia stima.

Verificare se gli obiettivi che ti poni hanno senso a livello strategico tuttavia è un altro discorso. Cioè capire se gli obiettivi che ti poni nella quotidianità avranno un impatto positivo nel breve, medio e lungo termine richiede un tantino in più di sforzo.

Ma come si fa a capire se degli obiettivi che ci poniamo sono strategici oppure no?

Ma come fai a capire se il tuo obiettivo più importante è strategico oppure no?

Come facciamo a capire se le promesse che facciamo a noi stessi sul migliorare le nostre performance o quelle della nostra azienda possono realmente essere appetibili agli occhi del settore o del mercato?

Ogni CEO o executive all’inizio dell’anno, del trimestre, del mese, della settimana, del giorno, si pone degli obiettivi. Ma sono degli obiettivi strategici o sono solo obiettivi illusori?

Porsi obiettivi è un modo sicuramente utile per focalizzare l’attenzione su un campo ristretto di argomenti, per raccogliere idee e per focalizzare le risorse su ciò che è più importante.

Ma quanti degli obiettivi che assorbono risorse contribuiscono a raggiungere dei risultati che fanno la differenza?

Quali obiettivi possono realmente rafforzare il proprio vantaggio competitivo?

Come possiamo fare per verificare se gli obiettivi che ci poniamo possono realmente contribuire a rafforzare il proprio posizionamento?

Tutte queste domande sono importanti, altirmenti si rischia di commettere degli errori di scelta dovuti alla familiarità piuttosto che alle potenzialità del raggiungimento di un obiettivo.

strategy111

Cosa Apprenderai In Questo Articolo? 

In questo articolo potrai apprendere di più su:

  • come testare i tuoi obiettivi per capire se contribuiscono al raggiungimento dei risultati,
  • come valutare il potenziale strategico di un obiettivo prima di raggiungerlo,
  • come focalizzare le tue energie e risorse su ciò che conta d’avvero,
  • come ottenere maggiori risultati facendo quello che conta e tagliando il superfluo.

Fare Cose o Fare le Cose Che Contano?

Molte persone pianificano la propria vita facendo cose, che non sempre sono correlate con ciò che veramente li farebbe progredire.

Il problema è che gran parte di queste “cose” non contribuiscono direttamente alla propria capacità di produrre più velocemente i risultati.

Gran parte di queste persone spendono la propria vita pensando che un giorno le belle cose accadranno.

Un bel film che vi consiglio di vedere è Moneyball – L’arte di vincere è un film del 2011, dove Brad Pitt interpreta un direttore generale degli Oakland Athletics (A’s)  – una squadra di baseball amerciano – e alla fine di un stagione, si ritrova a dover ricostruire  la propria squadra cercando di puntare al titolo, con il budget più basso di tutte le altre squadre.

Gli scouts, che si occupavano di selezionare giocatori, guardavano il modo in cui i ragazzi giocavano, il mondo in cui parlavano, o l’aspetto delle ragazze dei giocatori, per capire se il giocatore avesse fiducia in se. In alcuni casi si preoccupavano se il ragazzo era troppo timido o il contrario per capire se avesse le qualità per avere successo nella squadra.

Brad Pitt che nel film interpreta Billy Beane comprende che il modo attraverso il quale i giocatori vengono selezionati – dagli scouts – è completamente sganciato dalle performance del singolo giocatore e da come questo potrebbe contribuire ai risultati della squadra. 

Come ultimo tentativo Billy decide di assemblare la squadra utilizzando un sistema probabilisico di calcolo presentatogli da un ragazzo Peter Brand laureato alla Yale in Economia e statistica.

Billy accetta la sfida di pensare diversamente e di scegliere i singoli giocatori come un insieme di parametri che contribuiscono oppure no alle performance dell’intera squadra e alla probabilità di generare punti sul tabellone.

Alla fine del film gli Oakland Athletics stabilendo così il nuovo record dell’American League di 20 vittorie consecutive, chiaramente mai registrato da nessuna squadra prima di allora.

Quindi spesso non è una questione di budget, ma è una questione di cosa scegli e di come scegli.

  • Tu come scegli i tuoi obiettivi?
  • Tu come definisci ciò che è strategico da ciò che non lo è?
  • Tu cosa scegli come obiettivi primari?
  • I tuoi obiettivi sono davvero strategici?
  • O sono piuttosto una to-do list?

Mettiamo alla prova i tuoi obiettivi rispondendo a…

3 Domande Per Testare Se Il Tuo Obiettivo Aziendale è Strategico o No

Seleziona il tuo obiettivo più importante di questo anno.

C’è l’hai in mente?

E’ numerico? O è vago?

E’ espresso in forma positiva?

Questo è l’ABC degli obiettivi, se vuoi approfondire di più su come strutturare i tuoi obiettivi ti consiglio di leggere di John Doerr – Measure What Matters.

Bene, definiti i tuoi obiettivi, allora dobbiamo capire sono strategici.

Qui le domande che fanno da stress test per capire se i tuoi obiettivi possono realmente contribuire a ottenere risultati migliori oppure sono solo un timido tentativo di replicare l’anno precedente.

Ora, pensa al tuo obiettivo più importante di questo anno…e chiediti:

1 – Potrebbero Contribuire Ad Un Miglioramento Dei Ricavi?

In che modo il tuo obiettivo più importante potrebbe contribuire alla generazione di nuovi ricavi?

Questa domanda è molto importante, perchè spesso le decisioni che prendiamo di allocazione delle risorse, sono sganciate dalle dinamiche aziendali. Alcuni manager si comportano come se stesser facendo shopping in un centro commerciale. Si dimenticano spesso che ciò che non contribuisce ai risultati di crescita dei ricavi, prima o poi viene tagliato.

  • Qunindi prima di buttarti a capofitto nel raggiungimento degli obiettivi, chiediti il raggiungimento di questo potrebbe contribuire al raggiungimento dei risultati?
  • Oppure quale dei miei obiettivi strategici potrebbe contribuire di più al raggiungimento dei risultati?

Quest’ultima frase ti permette di focalizzarti su ciò che potrebbe garantirti maggiori probabilità di riuscita.

2 – Richiederebbero Uno Spostamento di Risorse?

Questa domanda saggia la volontà del management o del ceo di essere congruente rispetto a quello che si vuole ottenere.

Spesso sentiamo dire anche nella quotidianità “vorrei dimagrire” e se a queste persone gli chiedi “bene cosa stai facendo per raggiungere questo risultato?”.

Be a quel punto le persone ti dicono “niente ancora”.

Ecco, in questo momento avete scoperto che “le risorse non sono state ancora spostate”.

Ricordate una volta che definite un obiettivo strategico, iniziate a spostare le risorse, perchè una volta che allocate risorse, il vostro sano interesse nel proteggere ciò che è vostro vi guiderà nel raggiungimento di performance migliori.

  • Quali risorse potresti spostare ora per ottenere più velocemente i risultati?
  • Di quali risorse hai bisogno per ottenere maggiori risultati?

3 – Contribuirebbero a Rimuovere Gli Ostacoli Per Accedere a Nuovi Scenari?

Napoleone poco prima di ogni battaglia ricordava al suo ufficiale più alto sul campo

“Concentrati su un punto e quando hai fatto breccia, l’equilibrio si è rotto, ed il resto è niente”.

Bene per ottenere i tuoi risultati devi rompere un equilibrio o una tensione che c’è tra te ed il risultato che vuoi ottenere.

Molti vedono questa distanza o questa tensione in quello che spesso viene chiamato un ostacolo.

  • Qual è il tuo ostacolo?
  • Qual è l’ostacolo fisico, morale, psicologico che non ti permette di ottenere quello che vuoi?
  • Qual è l’ostacolo?

Definito l’ostacolo, impegnati ad eliminarlo, superarlo o utlizzarlo a tuo vantaggio.

  • Come puoi utlizzare questo ostacolo a tuo vantaggio?
  • Come puoi utlizzare il tuo ostacolo per sviluppare maggiore resistenza?
  • Come puoi eliminare questo ostacolo?
  • Di quali ulteriori risorse hai bisogno per superare o aggirare l’ostacolo?
  • Chi ha superato già questo ostacolo?

Ricordati che gli ostacoli si trovano sulla strada per la crescita. Spesso è superando gli ostacoli che diventiamo più grandi.

  • I tuoi obiettivi sono rivolti a superare un ostacolo?
  • In che modo il tuo obiettivo strategico rimuove un ostacolo allo sviluppo?
  • In che modo il tuo obiettivo strategico contribuisce ad aprire nuovi scenari di crescita?

 

Bene ora fermati e rispondi alle domande.

Pensare va bene. Agire perà è meglio perchè ti permette di capire se quello che stai facendo contribuisce a generare i risultati.

Risorse Take Away

Molti CEO o executive si pongono nuovi obiettivi, ma spesso non si chiedono se gli obiettivi che inseguono contribuiscono oppure no alla “grande strategia”.

Per capire se un obiettivo è strategico o no, ci sono tre domande che un ceo o un imprenditore si può chiedere prima di buttarsi a capofitto in una maratona senza fine.

Le tre domanse sono:

Questo obiettivo strategico…

1 – Potrebbero Contribuire Ad Un Miglioramento Dei Ricavi?

2 – Richiederebbero Uno Spostamento di Risorse?

3 – Contribuirebbero a Rimuovere Gli Ostacoli Per Accedere a Nuovi Scenari?

 

Ora se il tuo obiettivo ha superato la prova delle tre domande, non perdere più tempo.

Come diceva Napoleone:

“Posso perdere una battaglia, ma non perderò mai un minuto.”

Buon lavoro.

Grazie ancora per aver condiviso il tuo tempo con me.

Spero di ricevere news da te, quindi sentiti libero o libera di contattarmi a gianpierochironna@hotmail.it e raccontami come questi suggerimenti hanno contribuito al raggiungimento dei tuoi obiettivi. 😉

Un caro saluto

Gianpiero

 

Quanto è probabile che consiglieresti questo articolo in una scala da 0 a 10?

 [dove 0 è “improbabile” e 10 è “molto probabile”] – Se ti è piaciuto condividilo;) – Grazie.

Questo articolo ti è stato utile?

Hai altre domande? Come posso aiutarti?

Ti prego di contattami. Sarei felice di rispondere alle tue domande.

gianpierochironna@hotmail.it

Letture Consigliate / Fonti:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...